Dieta del fantino

0

La dieta del fantino è diventata molto nota a partire negli anni sessanta. Questa dieta veniva utilizzata in particolar modo dai fantini, per essere leggeri e migliorare le proprie prestazioni grazie all’agilità.

Veniva tuttavia utilizzata anche da altri sportivi o da persone che volevano perdere 3 chili in 3 giorni in vista di un appuntamento Dieta del fantinoimportante.

La dieta del fantino è sempre stata sconsigliata dai professionisti. Si tratta di un regime alimentare altamente sbilanciato che favorisce si la perdita veloce di qualche chilo, ma compromette la buona funzionalità dell’organismo.

È una dieta severa, ipocalorica e che non deve essere seguita per più di due giorni conseguitivi. Lo scopo infatti non è quello di offrire a chi vuole perdere peso un alimentazione da seguire con costanza, ma piuttosto un rimedio last minute che garantisce un addome piatto e una maggior agilità.

La dieta del fantino è facile da seguire, almeno da un punto di vista teorico. Gli alimenti si e quelli no sono ben definiti dalla dieta stessa, ma siamo pronti a passare due giorni durante i quali è vietato mangiare praticamente qualsiasi cosa?

  • Per colazione è previsto unicamente un caffè amaro. Niente da mangiare quindi.
  • A metà mattinata è concesso un bicchierino di porto oppure di marsala. Ad accompagnare l’alcolico, 80 grammi di parmigiano o, in alternativa 100 grammi di emmental.
  • A pranzo dobbiamo mangiare esclusivamente 150 grammi di carne magra ben cotta sopra una griglia. Nonostante la quantità davvero irrisoria, abbiamo almeno la possibilità di scegliere il tipo di carne che preferiamo. Possiamo scegliere tra pollo, manzo, vitello o anche maiale.
  • Per merenda dobbiamo ripetere la stessa “alimentazione” (se così si può definire) dello spuntino a metà mattinata. Scelta tra un bicchierino di porto o uno di marsala e tra 100 grammi di Emmental e 80 grammi di parmigiano.
  • A cena si ripete la stessa storia del pranzo. Una fetta di carne, solo 150 grammi. A scelta tra: maiale, manzo, pollo o tacchino.
  • Come possiamo notare, la dieta del fantino non lascia molto spazio all’immaginazione. Gli alimenti concessi sono pochissimi e non abbiamo alcun potere di decisione.
[useful_banner_manager count=1]

Esistono comunque degli alimenti assolutamente vietati. La pasta, la pizza, il pane, la verdura e la frutta non sono contemplati. Si assume solo 1200 calorie al giorno, cosa che ci garantisce una perdita di peso immediata.

Il risultato da un punto di vista estetico è ottimo, ma come sempre, quando si intraprende questo tipo di diete, dobbiamo essere consapevoli dei rischi ai quali andiamo incontro.

  • Tutti coloro che soffrono di capogiri o cali di pressione, devono astenersi tassativamente dal seguire questa dieta.
  • Lo stesso vale per chi ha problemi di fegato o reni.
  • Chi ha il colesterolo alto, dovrebbe scegliere una dieta idonea al suo stato di salute.
  • Seguirla per più di tre giorni porta a problemi di stitichezza. Seguirla per più di una settimana a problemi ben più gravi.

Non c’è da sorprendersi se i nutrizionisti sconsigliano caldamente la dieta del fantino. Ormai lo sappiamo tutti: la colazione è importante, un caffè non basta. Le verdure e la frutta devono essere integrate nell’alimentazione quotidiana.

I carboidrati non possono essere eliminati dalla dieta. Insomma, se seguita per due o tre giorni ci fa perdere qualche chilo e sgonfia la pancia. Ma ricordiamoci una cosa, la dieta del fantino sgonfia, ma non depura. Non è considerabile un alimentazione corretta.

Se per motivi personali o di sport volete intraprenderla, consultate prima il vostro medico di fiducia.

Share.

Leave A Reply